Oscar Boscolo

BIOGRAFIA

Nasce a Padova il 24 maggio del 42 ed ora risiede e da vita alle sue opere nella località di San Giorgio in Bosco. Nei difficili anni del dopoguerra frequenta l'Istituto Pietro Selvatico della sua città natale, ma durante questo periodo gli morì il padre e si trovò ad essere di colpo capo famiglia con tutte le responsabilità che comporta. Fu questo un periodo difficile nella vita dell'artista, si impegna nella lavorazione della ceramica restando così in ambito creativo. Dal 1963 si dedica con successo alla creazione di soggetti in creta per l'industria del giocattolo, realizzando personaggi tridimensionali di sua invenzione o della tradizione Disneyana e della Metro Goldwin Mayer. Nasce in quegli anni una stretta collaborazione con la nota azienda del settore giocattolo "Ledraplastic" di Osoppo che produce i suoi personaggi, oggi oggetto di grande interesse da parte dei collezionisti. Dal 1995, non più vincolato dagli impegni professionali, si dedica unicamente alla sua originale passione: la scultura. Nelle sue opere la figura umana è predominante. Le sue immagini sono squadrate e scavate (risultano scomposte nei piani e nei volumi) secondo i canoni della scultura cubista, ma nello stesso tempo la morbidezza delle linee conferisce loro dolcezza e sensibilità. Le sue interpretazioni, in particolare le figure femminili, colte nelle loro armonie interiori ed esteriori e unite alle morbide tensioni della terracotta, rappresentano i riferimenti di un discorso plastico condotto con finezza e sobrietà entro l'ordine stilistico della purezza formale.

 

Biography

He was born in Padua on May 24 of 1942 and now lives and gives life to his works in the town of San Giorgio in Bosco. In the difficult years after the war he attended the Institute Pietro Selvatico in his hometown, but during this period his father died and he found himself suddenly be head of the family with all the responsibilities that entails. This was a difficult period in the life of the artist, engages in the manufacture of ceramics remaining in the creative sphere. From 1963 he devoted himself with success to the creation of subjects in clay for the toy industry, creating three-dimensional characters of his own invention or Disneyana and Metro Goldwyn Mayer’s tradition. Born in those years a close collaboration with the famous company in the toy industry "Ledraplastic" Osoppo that produces its characters, now the subject of great interest from collectors. Since 1995, no longer bound by professional duties, he devoted himself exclusively to his original passion: sculpting. In his works, the human figure is predominant. His images are squared and excavated (are factored into the plans and volumes) following the principles of cubism, but at the same time the softness of the lines gives them sweetness and sensitivity. His interpretations, especially the female figures, caught in their inner and outer harmony and united to the soft strains of terracotta, are references to a speech plastic pipe with finesse and elegance within the stylistic purity of form.

 

 

 

/

Galleria Pisarro c.f. PSRGNN59S30L736W • Privacy police • sito sviluppato da  Studio dmzdesign

JoomSpirit

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Per avere informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, controlla la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.