Silvio Formichetti

BIOGRAFIA

Silvio Formichetti è nato il 20 Marzo 1969 a Pratola Peligna (AQ), dove vive e lavora.
La sua ricerca pittorica è dettata dal suo bisogno di Verità, dalla sua profonda Fede e di come la sua pittura caotica sia la trascrizione del travaglio spirituale dell’uomo che si rende conto della propria inadeguatezza al cospetto dell’idea del divino. In un’epoca in cui il divario fra fede e anti fede, fra ascesi e secolarismo, fra fondamentalismo e anticlericalismo si acuisce quotidianamente, appare ancora più urgente, per un’artista della sua sensibilità, interrogarsi sulle radici del proprio credo religioso. Da un punto di vista contenutistico, Formichetti sposta la propria attenzione su l’eterno dilemma di come l’uomo giunga alla conoscenza di Dio, se per via empirica (post rem) o per via induttiva (ante rem).Si crea, pertanto, sulla tela, un’evidente antinomia fra l’intrico dei segni, il pathos, la voluttà creativa, espressa al centro della tela con la sua tipica gestualità informale, e la stasi, la pacatezza, l’equilibrio del sottofondo pittorico monocromatico, asettico, sterilizzato, che trasuda di razionalistico, di cartesiano, di eterno. Infuria la battaglia fra Impulso e Ragione, fra senso e spirito, fra la caducità dell’uomo e la perfezione divina. I quadri sono dei perfetti ossimori della dicotomia senza tempo fra l’induzione e la deduzione dell’idea del divino; dilemma che ha percorso nei secoli gli studi filosofici del pensiero occidentale, da Agostino a Tommaso d’Aquino, da Cartesio a Leibniz, da Anselmo d’Aosta a Kant.

 

Biography

Silvio Formichetti was born March 20, 1969 in Pratola Peligna (AQ) , where he lives and works. His artistic research is dictated by its need for Truth, by his deep faith and chaotic as his painting is the transcript of the spiritual labor of the man who is aware of his inadequacy in the face of the idea of the divine. At a time when the gap between faith and anti- faith , between asceticism and secularism , between fundamentalism and anti-clericalism deepens daily , it is even more urgent , for an artist of his sensitivity , wonder about the roots of their religious beliefs. From a content point of view , Formichetti shifts its attention on the eternal dilemma of how man comes to the knowledge of God, whether by empirical (post rem ) or by induction ( ante rem .) Is created , therefore , on the canvas , an obvious contradiction between the tangle of signs, the pathos , the creative sensual pleasure , expressed in the center of the canvas with his typical casual gestures , and stasis , the calmness , the balance of pictorial monochrome background , aseptic sterilized , which reeks of rationalistic , of Cartesian eternal. The battle rages between Impulse and Reason, between sense and spirit, between the frailty of man and the divine perfection. The paintings are the perfect oxymoron of the timeless dichotomy between induction and deduction of the idea of the divine dilemma that has traveled through the centuries philosophical studies of Western thought , from Augustine to Thomas Aquinas, from Descartes to Leibniz , from Anselm to Kant.

 



 

/

Galleria Pisarro c.f. PSRGNN59S30L736W • Privacy police • sito sviluppato da  Studio dmzdesign

JoomSpirit

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso Per avere informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, controlla la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.